L’altro giorno, sabato ventinove ottobre,  è stata una giornata davvero  speciale. Ero ospite al Contemporary Lighitng Context di Como, come relatore (assieme ad altri) del dibattito intitolato “Comunicare la luce”.  Il Cielo era sereno, spettacolare direi per chi come me viene dalla pianura padana, e l’aria frizzantina proveniente dal lago aveva lavato via ogni pensiero: cervello sgombro, carico come una molla, pronto ad affrontare la folla di ascoltatori che avrebbe partecipato alla tavola rotonda.

All’ingresso 2 militari assonnati fanno entrare me e la mia socia (costretta a forza a svegliarsi all’alba 🙂 ) nella corte della Caserma de Cristoforis, location dell’evento comasco. Naturalmente siamo in ritardo e un po’ intimiditi entriamo della sala conferenze, ma che fine ha fatto la folla tanto attesa?  Ad attenderci  un deserto di seggiole vuote e due relatori scomparsi, (forse) a chilometri di distanza, con gli sci in spalla e la vetta del Cervino a riflettersi negli occhiali da sole (come biasimarli? Con una giornata del genere?).

Romano Baratta, organizzatore dell’evento, mi accoglie; si procede comunque, la tavola rotonda è ristretta a soli due relatori: il sottoscritto e Salvatore Mancinelli, si incomicia. Parliamo per quasi due ore di luce, illuminazione e progettazione illuminotecnica, dibattito davvero entusiasmante, alcune domande interessanti sono arrivate anche dal ristretto pubblico. Chissà di quante altre cose si poteva dibattere con un pubblico più folto?

Comunque, se vi siete persi anche uno solo dei talks non preoccupatevi,  perchè di ogni tavola rotonda è stato realizzato un bel video, per ora vi allego gli interventi dello scorso 22 novembre, nei prossimi giorni, vi prometto, anche gli altri:

Insegnare la luce

Professione Lighting designer

Ed ecco come promesso il video con il mio intervento, purtroppo a causa di motivi tecnici manca la parte finale.

Comunicare la luce

e il video dell’intervento

Light Art: un’arte da scoprire

Ma non è finita, perchè Contemporary lighting context non si esaurisce qua, fino al 6 di novembre continua l’esposizione delle installazioni   realizzate da lighting designer ed architetti all’interno delle stanze che un tempo furono le camerate della caserma, oggi adibita a centro documentale.

Tra gli interpreti di questa prima edizione dell’evento hanno aderito grandi nomi tra cui: Studio Antico (Helena Gentili), Franco Campioni, Studio Castiglioni (Piero Castiglioni, Chiara Baldacci e Marco Petrucci), Collettivo Azione Luce, Emilio Corti, Frau 1808 partners (Mario Frau e Monica Cozzi), Pier Paolo Koss, Tonylight, Gruppo MID (Alberto Marangoni e Alfredo Grassi), Stefano Mazzanti, Fulvio Michelazzi, Alessandro Mayer, Studio GMS (Margherita Süss), Paola Urbano, Marcello Zagaria.

Qua sotto qualche foto che ho scattato l’altro giorno:

Ciao e a presto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here