HomeLIGHTING DESIGNIlluminazione della Biblioteca del Politecnico del Brandeburgo

Illuminazione della Biblioteca del Politecnico del Brandeburgo

-

Come ogni anno passo almeno 10 giorni di vacanza estiva in Germania vicino Cottbus, ridente citta´del Brandeburgo, situata a circa 150km da Berlino, in direzione Est.
Finalmente quest´anno mi son deciso a visitare la Biblioteca del Politecnico del Brandeburgo, che ha sede proprio a Cottbus. L’edificio, progettato dal famoso e rinomato studio di svizzero Herzog & de Meuron Architekten è stato terminato nel 2005 e fa parte di uno di tanti progetti che cercano di rilanciare l’economia dell’ex DDR.


Ciò che impressiona di più di questo edificio è sicuramente la duplice percezione spaziale che si ha osservandolo l’esterno, dove l’edificio appare come un elemento semplice e compatto, dalle forme sinuose (ameba, così è stato definito dagli stessi progettisti), e l’interno dove invece già ad un primo sguardo ci si accorge della complessità delle scelte spaziali e funzionali: gli spazi di servizio, le sale di lettura multilivello , gli archivi si dispongono su 7 piani (di cui due interrati) che ruotano intorno alla scala a chiocciola, perno centrale di tutto lo spazio interno. Degna di nota è l’illuminazio della biblioteca, che non passa sicuramente inosservata: le sale di lettura principali sono illuminate da luce naturale che filtra dalle vetrate che ricoprono interamente l’edificio e da lampadari spiraliformi il cui corpo di metallo semilucido riflette la luce e i colori dei locali, e che funge da supporto per i diffusori.

I tavoli da lavoro sono illuminati puntualmente con lampade da tavolo della L.Poulsen: una versione speciale della AJ di A.Jacobsen. Gli spazi di servizio, i corridoi e gli uffici sono illuminati con apparecchi standard incassati nella lamiera stirata che funge da controsoffitto dei vari ambienti.
Un luogo che sicuramente vale la pena di visitare.
ciao a tutti.

 

Articolo precedenteUn’idea interessante: divagazioni estive
Articolo successivobuio a New York
Giacomo
Giacomohttp://www.rossilighting.it
Giacomo Rossi, architetto e lighting designer free lance, fondatore di Luxemozione.com. Dopo anni di attività nella progettazione della luce, fonda assieme ad altri colleghi LDT-Lighting Design Team , studio multidisciplinare di progettazione della luce. Alla progettazione affianca l'attività come docente presso il Politecnico di Milano e altre importanti scuole di architettura e design. tra cui IED Istituto Europeo di Design. E' inoltre autore di articoli su riviste del settore illuminotecnico. Dal 2014 è membro del Consiglio Direttivo di Apil-associazione dei professionisti dell'illuminazione.

4 Commenti

  1. spaziale!!!!! solo sembra così diverso da quello che uno immagina sia l’aspetto di una biblioteca…
    p.s. bello questo post con le immagini!
    p.p.s. non so se riesco a passare per lasciare la posta quando torni?
    ciao Cee

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.